Home Servizi Come chiedere il rimborso dei servizi Poste Italiane

Come chiedere il rimborso dei servizi Poste Italiane

18 minuti stimati di lettura
0
Rimborso Poste Italiane

Se il tuo pacco postale non è arrivato o è arrivato danneggiato, puoi chiedere il rimborso pacco e raccomandata Poste Italiane seguendo le procedure indicate in questa guida. Per darti una mano, ti abbiamo descritto qui come chiedere rimborso in base al servizio di spedizione che hai utilizzato e come fare reclamo in caso di problemi. Non ti resta che leggere e avviare la procedura per il tuo risarcimento al 100%.

Quando non hai diritto al rimborso delle Poste Italiane

Se vuoi chiedere rimborso a Poste Italiane per una spedizione non arrivata o danneggiata, sappi che non potrai chiedere rimborso se hai usato il pacco con spedizione ordinaria.

In questo caso, così come per gli altri pacchi non assicurati, Poste non garantisce l’invio in tempo, né eventuali rimborsi in caso di problemi.

Rimborso Posta Raccomandata

La raccomandata è tra le spedizioni assicurate. Quindi, se questa non arriva a destinazione e non hai nemmeno la ricevuta di ritorno in tempo utile, hai la possibilità di fare reclamo e di chiedere un rimborso.

Puoi richiedere un indennizzo anche allo sportello se:

  • La raccomandata non arriva al destinatario entro 10 giorni lavorativi dall’invio. Il rimborso è al 100% di quanto speso.
  • La raccomandata non arriva entro 20 giorni lavorativi dall’invio. Hai diritto al rimborso al 100% di quanto hai speso + 15 Euro.
  • La raccomandata arriva danneggiata o non arriva entro 30 giorni lavorativi dall’invio. Il rimborso è al 100% + 30 Euro.

Se la raccomandata arriva nel mezzo, ossia dopo 16 giorni, o dopo 11 giorni, hai comunque diritto al rimborso. Con 11 giorni, puoi chiedere il rimborso del 100% di quanto speso, con 16 giorni avrai anche i 15 Euro e così via.

Rimborso Raccomandata 1

Per la Raccomandata 1, i rimborsi sono anche più sostanziosi. Se la raccomandata non arriva e ha dai 3 ai 15 giorni lavorativi di ritardo, tu hai diritto al rimborso al 150% di quanto speso, Iva esclusa.

Per chi ha acquistato una raccomandata di tipo J+2 o J+3, sarà necessario aspettare dal 4° giorno lavorativo e non dal terzo per ottenere il rimborso.

Se passano i 15 giorni e/o la raccomandata 1 arriva danneggiata, allora hai diritto a un rimborso pari a 100 Euro.

Puoi chiedere il rimborso al 150% anche se la raccomandata 1 ti torna indietro, anche se è tutto in regola con il destinatario.

Attenzione: se perdi la prova di consegna o i documenti di invio della raccomandata, perdi in automatico il tuo rimborso.

Rimborso Pacco Ordinario Nazionale

Per il Pacco Ordinario Nazionale, bisogna vedere se è assicurato o meno. Se non è assicurato, ecco quali sono le condizioni per ottenere il tuo rimborso:

  • Ritardo dell’arrivo del pacco dopo 10 giorni lavorativi. Il rimborso è al 100%, al netto dell’Iva.
  • Ritardo dell’arrivo del pacco dopo 20 giorni lavorativi. Il rimborso è al 100% + 15 Euro.
  • Ritardo del pacco dopo 30 giorni lavorativi. Il rimborso è pari al 100% + 30 Euro.
  • Mancata spedizione e ritorno al mittente. Il rimborso è al 100%.
  • Se l’importo in contrassegno non arriva o è sbagliato. Hai diritto al rimborso al 100% solo se l’importo non è stato riscosso.

Attenzione: il rimborso va richiesto subito, altrimenti rischi di perderlo. Segui la procedura a fine articolo per richiederlo.

Cosa fare se il pacco ordinario è assicurato

Se il pacco ordinario è assicurato, oltre ai rimborsi validi per il pacco ordinario, c’è una garanzia in più in caso di pacco danneggiato.

Se questo avviene, puoi rivolgerti direttamente alla compagnia di assicurazioni di Poste, facendo richiesta con tutti i documenti. I documenti richiesti sono:

  • Fatture.
  • Scontrini.
  • Foto dei danni.

La compagnia copre il costo della spedizione e il valore del contenuto per un massimo di 1.032,91 Euro. Non ti resta che fare reclamo per chiedere il tuo rimborso.

Rimborso Pacco Ordinario Internazionale

Il Pacco Ordinario Internazionale o pacco ordinario estero si può rimborsare solo se sono presenti alcune condizioni. Il ritardo, per esempio, deve essere superiore ai 60 giorni lavorativi e comporterà solo il rimborso di quanto speso al netto delle tasse.

Anche il contrassegno non arrivato viene rimborsato per l’intero importo se c’è questo ritardo. Altra condizione è che il contrassegno non sia stato già riscosso. Se la spedizione torna indietro senza motivo, c’è sempre il rimborso solo di quanto speso.

Lo stesso discorso vale per il pacco che ha danni parziali o totali. In caso di pacco estero in confezione preaffrancata, hai diritto alle spese di spedizione pagate e a un rimborso in più di 26 Euro in caso di danni.

Per il ritardo, invece, ti verrà pagata la differenza tra il costo del pacco ordinario e della confezione preaffrancata.

Pacco Ordinario Internazionale: quali sono i tempi di attesa?

I tempi di attesa non sono lunghissimi. Poste, di solito, rimborsa tramite assegno entro pochi giorni. Se non è così, e non c’è alcuna informazione in merito alla procedura, si può procedere a un ricorso entro 30 giorni lavorativi dalla richiesta di rimborso.

Rimborso Pacco Celere 1

Il Pacco Celere fa parte dei pacchi assicurati, la cui perdita comporta rimborsi maggiori.

Se il pacco arriva in ritardo, oppure non viene fornito il servizio, il rimborso è del 150% di quanto speso. Per i pacchi danneggiati, c’è un rimborso di 50 Euro, a patto che il destinatario dimostri i danni subiti allo sportello, tramite modulo.

Per chi ha fatto questa spedizione con polizza assicurativa, c’è anche il rimborso per danni superiori a 26 Euro, con il rimborso al 100% delle spese sostenute (al netto dell’Iva).

Conserva tutti i documenti e procedi a inviare il tuo reclamo in base alle modalità che ti abbiamo lasciato a fine articolo.

Rimborso Pacco Celere 3

Anche per il Pacco Celere 3, il rimborso è pari al 150% di quanto speso, senza contare l’Iva, per perdita o ritardo del pacco.

In caso di danni, serve il verbale del postino firmato dal destinatario in fotocopia per ottenere rimborso. In questo caso, senza assicurazione, si ottiene un indennizzo di 30 Euro.

Con l’assicurazione, invece, superati i 26 Euro di franchigia, si può ottenere il rimborso con la stima dei danni.

Attenzione: in questo caso, è il destinatario a dover chiedere il rimborso.

Rimborso Telegramma e Pacco Celere Internazionale

Per i telegrammi, il rimborso per ritardo spedizione scatta entro 24 ore di ritardo dopo il previsto arrivo del telegramma. In questo caso, il rimborso è del 150% delle spese sostenute, al netto dell’Iva.

Se il ritardo arriva a 48 ore, il rimborso è pari a 28 Euro, ma puoi chiedere anche il rimborso totale di quanto speso.

Ricorda che, per un telegramma inviato all’estero, prima di chiedere un rimborso dovrai aspettare che ci sia un accertamento da parte di Poste Italiane. Sulle spedizioni nazionali, invece, il rimborso è quasi immediato.

Infine, ecco cosa fare se il Pacco Celere Internazionale non arriva. Puoi fare richiesta di rimborso per ritardo, danneggiamento o perdita del pacco.

In caso di ritardo, otterrai come rimborso la differenza tra quanto speso e la tariffa internazionale (Iva inclusa). Se il pacco si perde, invece, hai diritto a un rimborso pari a quanto speso al netto delle tasse. In caso di danni, hai il rimborso della spedizione + 26 Euro.

Per il pacco celere assicurato, hai diritto anche al rimborso dei danni, se questi sono superiori a 26 Euro, più al rimborso della spedizione. Per ritardo o perdita del plico, ottieni sempre la differenza tra quanto pagato e la tariffa internazionale per ritardo. In caso di perdita, invece, ottieni il rimborso delle spese sostenute al netto dell’Iva.

Chi deve fare la richiesta di rimborso?

Se il pacco torna indietro, oppure viene perso, è il mittente che deve procedere con la richiesta di rimborso pacco e raccomandata Poste. Se, invece, il pacco è arrivato danneggiato, allora è il destinatario che, con il verbale del postino, deve provvedere a fare la richiesta di rimborso.

Come fare se il mittente ha pagato l’assicurazione? A quel punto, il rimborso deve essere di chi ha pagato l’assicurazione, ovvero al mittente. Altro discorso vale per la spedizione a carico del destinatario.

In questo caso, il rimborso è sempre a carico del destinatario. Purtroppo, solo una delle due persone ha diritto al rimborso e Poste non può rimborsare due volte.

Come inviare reclamo a Poste Italiane

Per inviare il tuo reclamo, ti consigliamo di non rivolgerti allo sportello, ma direttamente alla sede centrale di Poste Italiane. In caso di pacco manomesso o danneggiato, è importante fare prima denuncia alle forze dell’ordine, altrimenti non avrai diritto al tuo rimborso.

Ricorda di conservare i seguenti documenti:

  • La copia dell’avvenuto invio. La ricevuta allo sportello va confermata fino all’arrivo del pacco dal mittente, che può chiedere rimborso se il pacco assicurato non arriva.
  • La copia della ricevuta inserita nel pacco. Se hai ricevuto un pacco danneggiato e vuoi richiedere rimborso come destinatario.
  • La ricevuta firmata dal postino. Quando hai firmato per ricevere il pacco, il postino ti deve dare una ricevuta.

Questi documenti vanno presentati in copia e mai in originale. Anche eventuali denunce agli organi inquirenti vanno inviate in fotocopia accanto al reclamo.

Puoi inviare il tuo reclamo direttamente sul sito ufficiale di Poste a questa pagina. In alternativa, si può compilare e inviare questo modulo tramite PEC all’indirizzo reclamiretail@postecert.it.

Se non vuoi fare questa operazione online, puoi comunque chiedere il tuo rimborso tramite fax al numero 06.98686415. Si può spedire il reclamo con la copia di tutti i documenti tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Poste Italiane – Casella postale 160 – 01444 Roma.

Il reclamo si può fare anche richiedendo il modulo e compilandolo in sede, allo sportello più vicino. In questo caso, porta già la copia dei documenti previsti con te. Ti dovrebbe essere consegnata una ricevuta per l’invio del reclamo. La traccia via fax, oppure online, è comunque preferibile.

Potrebbe esserti chiesta anche la copia dei documenti di riconoscimento, oppure di mostrare un documento allo sportello. In questo caso, è bene portarli sempre con sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche...

Come ottenere rimborso bollette a 28 giorni

Per ottenere il rimborso bollette a 28 giorni, è necessario aver conservato tutti i bollet…