Home Rimborsi utenze domestiche e telefoniche Come richiedere il rimborso del canone RAI

Come richiedere il rimborso del canone RAI

9 minuti stimati di lettura
0
Rimborso Canone RAI

Come richiedere il rimborso canone RAI? Ecco quali sono tutte le modalità per provare a ottenere un rimborso al 100% e come fare per ottenere un indennizzo per il canone versato due volte per errore.

Chi ha diritto al Rimborso del Canone RAI

La prima cosa da fare è capire se si ha diritto al rimborso. Per farlo, si deve seguire il decreto legge n°94 del 13 Maggio 2016, che si può trovare sulla Gazzetta Ufficiale di Giugno 2016. Per ottenere questo rimborso, è necessario che la persona abbia fatto domanda per essere esente dal canone, ma lo abbia poi pagato perché lo ha ritrovato nella bolletta elettrica. In alternativa, ha diritto al rimborso la persona che ha pagato due volte il canone per lo stesso anno.

Chi è esente

Per essere esenti, è necessario avere più di 75 anni e un reddito annuo di 6713,68 Euro. Questa somma annuale sarà presto aumentata a 8000 Euro all’anno, secondo la nuova normativa pubblicata il 3 Marzo 2018 nella Gazzetta Ufficiale.

In alternativa, è necessario non possedere alcun apparecchio televisivo. Il fatto di avere altri dispositivi per vedere i programmi RAI (tablet, smartphone, computer) non comporta in automatico il pagamento del canone in bolletta.

Chi non ha fatto domanda per l’esenzione, può farla entro il 30 Aprile 2018 per la prima volta, mentre per chi beneficia dal secondo semestre la richiesta va fatta entro il 31 Luglio dell’anno in corso. Quindi, chi lo ha già fatto nel 2017, deve rifarlo entro Luglio 2018, ma solo se le condizioni di reddito sono cambiate.

Altrimenti, la dichiarazione precedente sarà valida fino al cambiamento delle condizioni economiche.

Come ottenere l’esenzione

Per ottenere l’esenzione, se se ne ha diritto, basta scaricare il modulo per l’esenzione canone RAI nell’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate.

La richiesta di esenzione va inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno e senza busta all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 – Torino

oppure direttamente all’Agenzia delle Entrate di zona a mano.

Richiesta rimborso canone RAI: come fare

In questo caso, si potrà mandare con le stesse modalità allo stesso indirizzo la richiesta di rimborso, usando, però, il modulo che si trova a fine articolo.

In alternativa, la richiesta si può fare anche direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate se si ha un PIN di accesso. Infine, si può chiedere a un CAF o a un professionista abilitato di inviare per via telematica la richiesta.

Rimborso per canone RAI pagato due volte

L’Agenzia delle Entrate informa che è possibile chiedere rimborso per gli anni 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015. Sul modulo sarà necessario indicare il codice 4 alla voce “Motivo del rimborso”.

In questo modo, si informa che si è pagato due volte il canone perché si è pagato in bolletta a nome del capofamiglia e un’altra volta da parte di un altro componente dello stesso gruppo familiare. Se, invece, è stato pagato il canone due volte, una volta in bolletta e l’altra tramite bollettino, oppure con due bollettini uguali, il codice da inserire è 3.

Il codice 1, invece, serve per chiedere rimborso se si ha l’esenzione per età e si è pagato lo stesso il canone. Il 2 non va mai usato, perché riguarda l’esenzione per i diplomatici o i militari stranieri. Il codice 5, invece, si usa quando, pur avendo televisori in casa, si è pagato il canone RAI in bolletta.

Infine, per altri motivi di richiesta di rimborso, il codice per richiederlo è il 6. Questa motivazione, da indicare, andrà poi valutata alla sede locale dell’Agenzia delle Entrate.

In caso di doppio pagamento errato del canone, conviene portare anche la copia di entrambe le ricevute di pagamento, oppure delle bollette con la ricevuta del secondo pagamento.

Quando arriva il rimborso canone RAI ?

Per quanto riguarda il rimborso di quanto versato in bolletta, le società elettriche hanno tempo 70 giorni lavorativi. L’indennizzo arriva direttamente sulla bolletta ed è al 100% di quanto versato in più.

Se non è possibile questa strada, l’Agenzia delle Entrate si impegna a inviare il pagamento tramite comunicazione al cittadino interessato.

Rimborso canone RAI con Edison

Per un periodo promozionale, Edison ha proposto di rimborsare il canone RAI solo ai suoi clienti, che hanno sottoscritto l’offerta Edison Luce Leggera entro il 31 Luglio 2016. Visto che l’utente non può, per legge, evitare di pagare il canone se non è esente, Edison fa automaticamente un rimborso di 10 Euro togliendoli dal costo della fornitura.

Se si nota che questo non avviene in bolletta e si ha sottoscritto questo contatto, si può chiedere assistenza ad Edison al numero verde 800.031.141. Il numero è sempre attivo per i clienti, ma va contattato da un numero di rete fissa.

Moduli per chiedere il rimborso canone RAI

I moduli per il rimborso del canone RAI si possono scaricare direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che offre anche pratiche istruzioni per compilarlo.

Il tutto si può consegnare a mano alla sede locale dell’Agenzia delle Entrate, oppure tramite raccomandata senza busta all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 – Torino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche...

Rimborso assicurazione: quando si può richiedere e come procedere

Il rimborso assicurazione si può ottenere solo dopo aver sottoscritto una polizza con una …